AdsNews-700x441 2

Ciao amici buonpomeriggio,
dopo tanto tempo, sotto suggerimento di un mio amico vegano, mi sono decisa a sfruttare una parte del giardino di casa mia, per fare un piccolo orto.
E devo dire che non mi sono mai sentita più realizzata! Se è vero quello che diceva Ludwig Feuerbach che “l’uomo è ciò che mangia”, perchè, avendone la possibilità, non sfruttare una parte di giardino o di balcone per fare un orto fai da te e piantare frutta e ortaggi di stagione garantendone la loro sfreschezza ed origine a favore della nostra salute?
Questo è stato infatti il motivo principale che mi ha spinto a prendere guanti, paletta e rastrello per dar vita al mio progetto verde.
Volete sapere come ho fatto? Iniziate a “sporcarvi le mani” e leggete quanto segue;)

Per creare un orto vi basta un fazzoletto di terra esposto al sole almeno sei ore al giorno: la misura ideale per i principianti è di appena un metro quadro.
Se invece non avete il giardino ma un piccolo balcone, per fare un  orto temporaneo è sufficiente una grande cassetta della frutta, foderata  con telo traspirante e riempita di terra.

Gli ortaggi da scegliere:
Scegliete quelli rampicanti, come pomodori perini o da insalata, melanzane,  peperoni, piselli, fagioli e fagiolini. Ma anche ortaggi da foglia, come  lattughe e cicorie, a foglia verde oppure rossa. Cresceranno bene anche  cipolle, scalogno, aglio e carote, che maturano sotto terra. E per  finire, fate un piccolo spazio anche per fragole e aromi come basilico,  sedano, prezzemolo normale e riccio, salvia ed erba cipollina.

Dove metterli:
Suddividete la parcella (così si chiama l’aiuola dove si fa l’orto) in file distanti 30 cm o in quadrati di 40 cm di lato, ognuno destinato a un solo ortaggio. Anche se le piante sono piccolissime, lasciate da 15 a 20 cm tra l’una e l’altra per evitare che, nel crescere, foglie e tralci si sovrappongano o si incrocino. Piantate i rampicanti in modo che al mattino o alla sera, quando il sole è basso, non facciano ombra agli altri ortaggi.

Le cure:
La parcella non deve superare 110-120 cm di larghezza (il doppio del braccio), perché bisogna raggiungere tutti gli ortaggi lavorando su entrambi i lati. Pulite il terreno dall’erba e dalle radici, rompete le zolle e aggiungete terriccio nuovo da orto miscelato a fertilizzante a rilascio graduale (dura 60 giorni). Nel trapiantare gli ortaggi rampicanti, inserite nella buca la canna di bambù di sostegno. Innaffiate tutti i giorni, al mattino.

Io per il mio orticello ho scelto di piantare tanta insalata una fila di pomodorini ciliegia , due alimenti che d’estate mangio sempre tanto e volentieri, i miei aromi preferiti che sono poi quelli che uso di più in cucina, ovvero basilico prezzemolo e rosmarino e infine come frutta le fragole, gioia del mio palato!

Iniziamo proprio da queste ultime.
1)Fragole:
Le foglie delle fragole temono l’umidità e, quando le bagnate, è facile sporcare i frutti di terra. Per evitare questo problema, usate la sacca di plastica che lascia fuoriuscire le piante dalle tasche. Anziché appenderla, adagiatela sul terreno e le fragole matureranno a puntino, senza sporcarsi.
2)Pomodori a ciliegia, basilico e prezzemolo:
Certi ortaggi stanno bene sia nell’orto sia a tavola. Il basilico tiene infatti distanti i parassiti del pomodoro. Se l’aiuola è larga un metro, fate una fila di quattro piante di pomodori ciliegia. Di fronte, piantate poi il basilicoe a seguire il prezzemolo.
3)Lattughe:
Disponete le lattughe in fila lineare, lasciando tra le piantine 20 cm, lo spazio per crescere. Divertitevi ad alternare varietà di forma e colore: lattuga a cappuccio verde con la “canasta” rossa; radicchio variegato di Castelfranco con il “palla rossa” precoce.
4)Rosmarino: è una pianta molto resistente e se innaffiata a dovere vi durerà fino all’inverno. Disponetela sempre distante l’una dall’altra e possibilmente nella parte più laterale del vostro orto, o a destra o a sinistra. Così ora siete pronti anche per il barbecue!:)

n.b.: Vi ricordo amici che per distinguere le vostre piantine da orto ora vi servono solo le etichette, tipo le mie in giallo! Basta scriverci solo il nome del frutto o della pianta ed il gioco è fatto. Non solo vi divertirete ma alla fine sarà una vera soddisfazione.foto 2
Allora, come ho detto prima: ora siete pronti per sporcarvi le mani? Secondo me si…;)
Postatemi le foto su fb mi raccomando voglio vedere i risultati!

Un bacio,
Flaminia
♥️