christmastreepad
Ciao amici buon pomeriggio!
Allora l’avete fatto l’albero di Natale?! La tradizione ci ricorda che andrebbe fatto l’8 di Dicembre, ma sono in molti a farlo qualche giorno prima o dopo.
Io però oggi, voglio condivedere con voi, e soprattutto con chi ancora non l’ha fatto, un articolo che ho letto giorni fa su Focus, che parla proprio dell’albero di Natale, in particolare dell’importanza che ha comprarne uno vero, piuttosto che uno finto.

Punto primo:
Un abete vero viene coltivato da un produttore locale (per ridurre l’impronta ambientale del trasporto) secondo i principi dell’agricoltura biologica. La provenienza da una piantagione allestita ad hoc scongiurerà il rischio che il vostro acquisto possa contribuire alla distruzione di una foresta.
Quasi tutti gli alberi artificiali invece, sono realizzati in materiali non biodegradabili (PVC e metallo) e provengono da paesi asiatici: per arrivare fino a noi percorrono migliaia di chilometri, con relative emissioni di anidride carbonica. Secondo una stima di Coldirettii 500 mila alberi acquistati ogni anno in Italia liberano 115 mila tonnellate di CO2, quante ne produrrebbe un percorso in auto di 6 milioni di chilometri.
E già solo con queste informazioni, dovremmo dire addio ai nostri alberelli di plastica.
Punto secondo:
Non è vero che gli alberi di Natale veri sono scomodi perchè poi non si sa dove metterli. In alcuni negozi infatti, è possibile acquistare un abete in comodato d’uso. Nei punti vendita IKEA, per esempio, è possibile affittare uno a fronte di una spesa modesta (14,99 euro) e restituirlo una volta trascorse le feste, insieme allo scontrino, ottenendo un buono spesa della stessa cifra. Per ciascun albero restituito, IKEA donerà 2 euro al WWF per un progetto di conservazione forestale in una delle Oasi WWF in Italia. Negli ultimi 9 anni, i clienti IKEA hanno restituito più di 152.000 alberi, che sono stati trasformati in fertilizzante naturale o utilizzati per la produzione di pannelli truciolari.

Volete fare un figurone quest’anno con amici, parenti e ambiente? Datemi retta fate i fichi e compratelo vero. È più bello, è più verde (in tutti i sensi), e piace sempre di più anche ai bambini che ne sentono l’odore.
Forza pigroni che Natale è vicinissimo! Buon divertimento;)

Flaminia