uovo-di-pasqua-gobino-2016-1300x867
Chi di voi non ha mai sognato di entrare in una fabbrica di cioccolato?
Per quel che mi riguarda amici, questo era un sogno che avevo fin da piccola e che pochi giorni fa ho potuto coronare grazie a Davide Maglietta, patron con la madre ed i fratelli, di Gay-Odin, la fabbrica di cioccolato più antica d’Italia. Qui il tempo sembra essersi fermato. Avvolta dall’odore dei chicchi di cacao appena tostati, mi sentivo come a casa di Willy Wonka e non vedevo l’ora di vederli diventare fontane di meravigliosa lava dolce.
In un luogo magico come questo, lontano da spari, bombe e massacri, ti puoi permettere il lusso di tornare bambino e continuare a sognare. Sognare che il Mondo torni ad essere un posto dolce per tutti e che nessuno debba aver paura di viverci e di non sentirsi protetto.
Così mentre continuavo il mio tour mi è saltato subito agli occhi il guscio delle uova di Pasqua che vedevo preparare  con tanta cura e dedizione: la cioccolata andava negli stampi, di qui nella macchina sopramenzionata, poi si introduceva la sorpresa, si sigillavano le due parti e si passava a fare raffreddare la cioccolata con il passaggio sul nastro trasportatore. Il risultato?
Un uovo di Pasqua bellissimo, pronto per deliziare i palati di grandi e piccini.
E se il Mondo tornasse ad essere quell’uovo di cioccolato? Dolce o amaro che sia, sarebbe comunque un mondo più buono, perchè fatto con Amore.

E con questa idea di Mondo, che tutti i bambini avrebbero il diritto di avere, oggi che si festeggia la Risurrezione di Nostro Signore Gesù e che dovrebbe essere un giorno di Pace per tutti, vi lascio il segreto di come fare un vero uovo di cioccolato fatto in casa (l’ho rubato per voi dalla fabbrica di Gay- Odin), affinchè vi divertiate e siate avvolti da tutta la dolcezza che meritate.
È solo un uovo è vero, ma è un simbolo amici e mangiarlo sono sicura vi scalderà il cuore.
Eccovi la ricetta. Buon divertimento!

INGREDIENTI:
- cioccolato fondente da copertura 70% 1 Kg

PREPARAZIONE:

15382_uovo_fondente__strip_1-3
Per preparare l’uovo di Pasqua al cioccolato fondente, iniziate dal temperaggio del cioccolato: tritate il cioccolato fondente al 70% (1) e scioglietelo a bagnomaria (è preferibile che l’acqua del pentolino sfiori il fondo della bastardella in cui avete messo il cioccolato) (2); quando il cioccolato sarà arrivato ad una temperatura di 54° (misurate con il termometro da cucina), asciugate il fondo del pentolino (tenete nel pentolino l’acqua bollente) e versatene 2/3 su una lastra di marmo posizionata su un piano di lavoro (la lastra di marmo serve a sciogliere il cioccolato più velocemente e raggiungere la temperatura ideale) (3);
15382_uovo_fondente__strip_4-6
Iniziate a lavorare il cioccolato sulla lastra con una spatola (4) e un raschietto, stendendolo sulla superficie. Quando avrà raggiunto i 28° (misurate sempre con il termometro da cucina) (5), trasferitelo nella ciotola dove avete lasciato l’1/3 di cioccolato restante e mescolate (6). Il cioccolato dovrà raggiungere i 31/32° (7). Se in queste fasi la temperatura dovesse abbassarsi troppo, tenete sempre a portata di mano il pentolino del bagnomaria con l’acqua calda, per scaldare leggermente il cioccolato. Al contrario nel caso fosse ancora troppo caldo, ripetete l’operazione dello spatolamento su marmo con una piccola parte del cioccolato.
15382_uovo_di_pasqua_fondente_ok_ok_strip_7-9
Versate il cioccolato così ottenuto nello stampo da uova di Pasqua da 25 cm (7) spandendo il cioccolato in maniera uniforme con un movimento rotatorio facendo arrivare il cioccolato fino ai bordi. Dopo un minuto capovolgete lo stampo su un vassoio raccogliendo il cioccolato in eccesso. Sbattete leggerment i bordi dello stampo per togliere le bolle d’aria, quindi lasciate cristallizzare per circa 20 minuti. Quando si sarà leggermente solidificato (8), togliete con un raschietto i bordi di cioccolato in eccesso (9) per rifinirli. Versate poi nuovamente il cioccolato in eccesso nello stampo, ripetendo il movimento rotatorio per distribuirlo uniformemente. Fate cristallizzare ancora circa 20 minuti, quindi rimuovete i bordi come nel passaggio 9 se necessario e fate rassodare il cioccolato.
15382_uovo_fondente_giusta_ultima_parte_strip_10-12
Versate poi nuovamente il cioccolato in eccesso nello stampo (10-11), ripetendo il movimento rotatorio per distribuirlo uniformemente. Fate cristallizzare ancora circa 20 minuti, quindi rimuovete i picchi di cioccolato (come nel passaggio 9) se necessario e fate rassodare il cioccolato per 2-3 ore. Se la temperatura esterna fosse sopra i 20° potete riporre lo stampo in frigorifero. Quando sarà ben cristallizzato, vi accorgerete che non vi è più cioccolato attaccato allo stampo e potrete sformare delicatamente le due metà di uovo facendo una leggera pressione sullo stampo (12).
15382_uovo_fondente_giusta_ultima_parte_strip_13-15
Scaldate quindi una padella più ampia dell’uovo e poi poggiatela sul piano di lavoro: adagiate una metà d’uovo alla volta con i bordi rivolti verso il fondo della padella e tenete qualche istante giusto il tempo che i bordi si scaldino leggermente (13): inserite la sorpresa e fate aderire le due metà (14); tenete in posa qualche minuto, il tempo che si sigillino le parti.

Il vostro uovo di Pasqua è pronto amici! E mi raccomando non dimenticate di inserire la sorpresa al suo interno prima di chiuderlo!
Un bacio grandissimo a tutti voi.

Con amore sempre,

Flaminia❤️