domenica 17 dicembre 2017

Ortigia bedda

IMG_3627_2
Judie Fein
, scrittrice che da anni si occupa degli aspetti psicologici e trasformativi del viaggio, afferma:
“le nostre vite sono totalmente prive d’equilibrio, e una vacanza è un modo efficace di cambiare il ritmo della nostra esistenza, di esporre il cuore e la mente a cose nuove, e di dare una nuova prospettiva”.

Esiste un posto amici che ho visitato diversi mesi fa che mi pensare proprio a questo tipo di sensazioni, è Ortigia.
Ogni tanto, quando chiudo gli occhi, risento il caldo scirocco sulla pelle e un leggero profumo di salsedine e zagara.
Con il pensiero sono ancora lì, su quell’isola, un luogo magico che deve aver subito un qualche antico incantesimo da parte degli dei greci perché è capace di richiamarmi a lei anche a più di 1000 km di distanza.
Senza abbandonare la nostalgia oggi vi porto con me, a ritroso nel tempo, per farvi rivivere le mie emozioni siciliane e farvi venire voglia di una vacanza davvero indimenticabile. Continua a leggere

Hammam, il mondo di dentro

frigidarium

Esiste il mondo esterno, quello in cui viviamo, scandito dalle lancette di orologi che oggi vanno sempre più veloci.
E poi esiste un mondo interno, quello dove possiamo essere NOI i padroni del tempo, fermarlo se vogliamo e lasciare che tutto fluisca secondo il NOSTRO di ritmo.
Io lo chiamo il “mondo di dentro”, perchè si trova dentro di noi, nella nostra testa, nelle nostre emozioni ed è scandito dai battiti del cuore.
È quello dove tutti noi ci rifugiamo quando vogliamo sentirci bene.
Negli anni ho trovato vari modi per raggiungerlo: a volte tramite il mio gatto Matisse, a volte viaggiando, a volte scrivendo, a volte abbracciando, a volte stringendo la Sua mano, a volte tornando semplicemente a casa.
Fino a ieri quando, grazie all’Acqua Madre di Roma, ho scoperto un altro modo o per meglio dire un altro rituale, che forse molti di voi già conoscono: l’Hammam, meglio conosciuto come bagno turco.

Le sue origini sono molto antiche. Dai paesi Mediorientali, passando nel raffinato mondo ellenistico, affonda le sue radici poi nel potente e prestigioso Impero romano. Esso era considerato un luogo di elezione per donne e uomini che qui in passato ricreavano i propri rituali igienici, estetici, terapeutici e sociali. Continua a leggere

W la crostata!

crostata-di-fragole-890x570

Buon pomeriggio amici,

ho mantenuto la promessa e stamattina con le fragole di ieri ho preparato un dolce goloso goloso: la crostata!
Facile da preparare questo dolce farà felice tutta la famiglia e vi terrà compagnia tutto il giorno. Sempre che non la finiate tutta a colazione!
Pronti con carta e penna?

INGREDIENTI:
- 300gr. frafole
- 300gr. farina
- 185gr. burro
- 100gr. zucchero a velo
- 35gr. grand marnier
- 5 tuorli sodi
- 2 albumi
- limone
- zucchero semolato
- sale Continua a leggere

Quell’ immenso bene che è la libertà

Immagini-con-frasi-25-aprile

La libertà è come un bambino, se non la proteggi non hai futuro e quando, come ogni anno,  arriva il 25 di Aprile, forse, ce lo ricordiamo davvero.

Oggi amici festeggiamo insieme la Festa dellla Liberazione con queste bellissime parole scritte nel 1955 in memoria di questo giorno così importante. Per non dimenticare. Mai.

“Ricorda, o cittadino, questa data
E spiegala ai tuoi figli
E ai figli dei tuoi figli
Racconta loro
Come un popolo in rivolta
Si liberasse un giorno
Dall’oppressione
E narra loro
Le mille e mille gesta di quei prodi
Che sui monti, nei borghi e in ogni luogo
Sbarrarono il passo all’invasore
Né ti scordar dei morti
Né ti scordar di raccontare
Cos’è stato il fascismo
E il nazismo
E la guerra ricorda
Le rovine, le stragi, la fame e la miseria
Lo scroscio delle bombe e il pianto delle madri
Ricordati di Buchenwald
Delle camere a gas, dei forni crematori
E tutto questo
Spiega i tuoi figli
E ai figli dei tuoi figli
Non perché l’odio e la vendetta duri
Ma perché ben sappian quale immenso bene
Sia la libertà
E imparino ad amarla
E la conservino intatta
E la difendano sempre.
25 aprile 1955″
(Palazzina CNA Scandicci, accanto al Palazzo Comunale)

W la libertà, sempre.
Flaminia❤️

L’onda perfetta

1147
Buongiorno amici, domani come sapete si terrà il cosìdetto referendum sulle trivelle, il primo nella storia d’Italia ad essere stato ottenuto dalle Regioni, che di fatto si oppongono alla politica energetica del loro segretario e premier, Matteo Renzi.
Tutti noi siamo chiamati a votare su una questione piuttosto tecnica: dovremo decidere se i permessi per estrarre idrocarburi in mare, entro 12 miglia dalla costa, cioè più o meno a 20 chilometri da terra, debbano durare fino all’esaurimento del giacimento, come avviene attualmente, oppure fino al termine della concessione.
In pratica, se il referendum dovesse passare – raggiungere il quorum con la vittoria del sì – le piattaforme piazzate attualmente in mare a meno di 12 miglia dalla costa verranno smantellate una volta scaduta la concessione, senza poter sfruttare completamente il gas o il petrolio nascosti sotto i fondali. (fonte: espresso.repubblica.it)
Se da una parte mi è molto chiaro che le trivelle in mare sono pericolose per la salute umana e per la fauna ittica (c’è un documento pubblicato di recente da Greenpeace che lo attesta), dall’altra parte mi rendo anche conto che questa cosa, nel caso in cui passi il SI, comporterebbe la perdita del lavoro per migliaia di persone.
Mentre mi documentavo di più sull’argomento, mi sono imbattuta su un articolo che mi ha aperto un mondo sulle energie rinnovabili, dandomi un barlume di speranza anche sulla situazione attuale.
Quest’articolo riguarda la produzione di energia tramite una fonte rinnovabile in particolare: le onde del mare.(fonte:sapereeundovere.com) Continua a leggere

Libro del Mese

Il veleno dell'oleandro   

51nrnzr5dhl-_sx318_bo1204203200_

Pedrara. La Sicilia dei Monti Iblei. Una villa perduta sotto alte pareti di roccia...

procedi