giovedi 23 novembre 2017

cultura e spettacolo

A spasso con Matisse

matisse9
Se non gli fosse venuta l’appendicite, Henri Matisse amici (1869-1954) non sarebbe diventato un’artista: obbligato alla convalescenza, prende il pennello in mano e non lo molla più. L’Isis ne avrebbe fatto fatto polpette di uno come lui, che all’Oriente e al mondo arabo guardava con dolcezza e passione trovando Ispirazione infinita ma indispettendo sicuramente le regole del profeta Maometto. Continua a leggere

Una telefonata allunga la Cultura

Foto_David_Scerrati
Ciao amici buon pomeriggio,
ve le ricordate le vecchie cabine telefoniche? Quelle lungo la strada, utili per fare la telefonata dell’ultimo minuto? Piano piano sono andate scomparendo, sopraffatte dalle nuove tecnologie che ci rendono reperibili sempre e ovunque.
Non so voi, ma io un pò di nostalgia ce l’ho. Quante monetine ci ho speso per chiamare il ragazzino con cui filavo, per non parlare di quelle per chiamare casa per avvisare mamma e papà di qualche ritardo sul coprifuoco. Una telefonata all’epoca mi allungava la vita, in tutti i sensi! Continua a leggere

Sei pronto a metterti in “gioco”?

imm_monopoli

Sono sempre andata pazza per i giochi da tavola e voi amici? Un divertimento bello e sano nato da bambina e che continuo a portarmi dietro ancora oggi.

Il mio gioco preferito è sempre stato il Monopoly, tanto che oggi che si trova anche come applicazione per smart phone me lo sono scaricato subito e non sapete quante volte mi ci metto a giocare! Insomma cambiano i tempi, le tecnologie, le età, ma certe passioni ce le portiamo con noi. C’è da dire però che il vero gioco da tavola come stesso dice la parola è un divertimento che si coltiva in gruppo e che solitamente si svolge attorno ad un tavolo o come si faveva da bambini seduti per terra formando un bel cerchio. Il digitale di oggi è un’evoluzione strabiliante per carità, ma certo non garantisce il divertimento che c’è nel giocare con persone in carne e ossa soprattutto quando si parla di gioco da tavola!

Continua a leggere

Hip Hip Hurrà!

CIMG0897 4

Cari amici, venerdi scorso per festeggiare l’uscita del lancio del mio blog ho deciso di radunare tutte le mie più care amiche, tra le quali rientra anche la mia mamma, e di portarle a bere un buon bicchiere di vino in una delle Enoteche più belle e storiche di Roma: Peluso Enoteca che sia trova in pieno centro di Roma, in via Sardegna 36a, vicino via Veneto, la bellissima strada della “Dolce Vita”.

Appena arrivata ho avuto subito un bella impressione, l’Enoteca infatti ricorda davvero quelle vinerie di una volta, eleganti, calde, accoglienti.
I vini, protagonisti indiscussi della scena, sono disposti egregiamente in ogni ancolo del locale e ti seducono solo con la vista.
C’era tanta gente quando sono arrivata, il venerdì infatti l’Enoteca propone ai suoi clienti una serata all’insegna delle cose belle della vita: aperitivo e piano bar da gustare insieme ad un buffet ricco di prelibatezze, come formaggi tipici e torte salate. Continua a leggere

Libro del Mese

Il veleno dell'oleandro   

51nrnzr5dhl-_sx318_bo1204203200_

Pedrara. La Sicilia dei Monti Iblei. Una villa perduta sotto alte pareti di roccia...

procedi