martedi 19 settembre 2017

love

Odio e amo

3001328457_1a7a0ecaff_b

“Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris.
Nescio, sed fieri sentio et excrucior.”

“Odio e amo. Per quale motivo io lo faccia, forse ti chiederai.
Non lo so, ma sento che accade, e mi tormento.”

Gaio Valerio Catullo, carme 85 -I secolo a.C.

In due righe, tutto l’Amore possibile, inimmaginabile, feroce, disarmante.
Davanti ad esso siamo tutti, in egual misura, vulnerabili.

Non c’è scampo.

A chi ama.
Ieri, oggi, domani.

Flaminia❤️

AMORE. Solamente amore. Solo solo quello.

scultura-burning-man-festival-adulti-bambini-amore-love-alexander-milov-335
Ciao amici buon pomeriggio,
oggi Scrittura Emotiva compie due anni e l’unica parola che mi viene in mente per descrivere questo progetto è: AMORE.

Con questo sentimento scrivo i miei articoli e con questo sentimento vivo la mia vita.

Voglio festeggiare con voi in questo momento di pausa caffè, condivedendo l’emozione che mi ha suscitato l’opera dell’artista ucraino Alexander Milov: “LOVE”, presentata al Burming Man Festival di quest’anno perchè la sento molto vicina a me e a questo blog.

La scultura rappresenta un conflitto tra un uomo e una donna, “un’espressione interiore della natura umana”.
I due adulti si danno le spalle, ma in realtà vorrebbero toccarsi e amarsi. Sarà il bambino che c’è dentro di loro, a farglielo fare, al calar della notte. Solo i due bambini infatti di notte si illuminano, come simbolo di “purezza e sincerità, che unisce le persone e dà la possibilità di riavvicinarsi quando arriva un periodo buio”. Continua a leggere

“La cosa più bella che ci sia al mondo”

festa-della-mamma1
Auguri a tutte le  meravigliose mamme del mondo a cui dedico questa citazione presa da un classico Disney, Peter Pan.
Compresa la mia che, nonostante sia cresciuta, riesce ancora a farmi sentire la sua bambolina.

“Intanto finita la festa al campo indiano, i Bimbi Sperduti sono tornati al nascondiglio. Seduti vicino a Wendy, le chiedono che cosa è una mamma. Così la ragazzina spiega: “Una mamma, una vera mamma è la cosa più bella che ci sia al mondo!

Perchè per una mamma un figlio non ha età, e a noi sentirci ancora bambini scalda il cuore.

A Rosalba, la mia mamma.

Flaminia❤️

Ali per volare, radici per tornare, motivi per rimanere. Auguri Terra!(Kepletan e Malena)

earth-day-giornata-mondiale-della-terra-scopri-il-tema-di-quest-anno.i4061-kvTChjl-w550-h400-f1
Ciao amici buon pomeriggio,
come saprete oggi 22 Aprile si festeggia la Giornata della Terra (Earth Day in inglese), la più grande manifestazione del Pianeta dedicata ai temi della protezione dell’ambiente. Si tratta di un momento celebrativo ed educativo molto importante in quanto è in questa occasione  che i gruppi ecologisti di 192 paesi valutano le problematiche ambientali attuali e propongono delle soluzioni.

Ma diciamo la verità. Quanto ci sentiamo realmente coinvolti in tutto questo? Io credo molto poco. Ci pensavo proprio oggi partendo da una considerazione semplice: l’Amore per la nostra Terra è proporzionale all’Amore per noi stessi. E noi oggi non ci vogliamo poi così bene. Viviamo a 100 all’ora ogni aspetto della nostra vita, da quello lavorativo a quello sentimentale. E se qualcuno ce lo fa notare diamo la colpa alla Società, al Tempo che non basta mai, a tutto quello che ci sta intorno. Mai a noi stessi. Che stronzi che siamo a prenderci in giro.
Eppure basterebbe così poco, già guardando gli animali per esempio, nostri compagni di vita sulla Terra, potremmo ricordare come si fa.
Ed io oggi, nel mio momento di pausa caffè quotidiano voglio partire o meglio ripartire proprio da questo, rendendovi partecipe di un esempio di Grande Amore da parte di un animale, che mi ha sciolto il cuore. Continua a leggere

L’anno che verrà

10882118_766304730085328_7545077649670372951_n
Ciao amici, manca poco al NUOVO ANNO.
Come sempre mi ritrovo a fare i conti con un altro conto alla rovescia. Mi ritrovo a fare i conti con un altro anno che passa. E non potrei essere più grata alle persone che hanno reso quest’anno, un anno intenso. Lo so che cambierà soltanto un numero, che le persone resteranno le stesse, che i posti saranno sempre quelli. Credo sia normale. Non ho rimpianti. Certo, ci sono cose che sarebbero potute andare diversamente, altre, forse, anche meglio, ma sono certa di averci messo tutta me stessa, in ogni momento. Anche negli errori, soprattutto negli errori. E so che non cambierei nulla, perché tutto, nel bene o nel male, mi è servito ad andare avanti. Ho amato tantissimo, frantumato rapporti e costruiti altri, coltivato ogni tipo di emozione, pianto di tristezza ma anche di felicità; stretto i pugni ed abbracciato fortissimo. Sono stata me stessa. Talvolta acida, altre antipatica, altre troppo fragile ed altre ancora troppo forte. Alcune volte troppo cocciuta ed altre facilmente ingannabile. Vera, in ogni caso. Sempre.

Vi auguro di non avere rimpianti. E che l’anno che verrà sia migliore di questo che passa, in ogni caso. Non riempite liste di buoni propositi perché probabilmente non le rileggeremo più. Fatevi solo la migliore delle promesse. Promettetevi di essere felici.

Con tutto il mio cuore,

Flaminia

A papà e mamma.

Libro del Mese

Il veleno dell'oleandro   

51nrnzr5dhl-_sx318_bo1204203200_

Pedrara. La Sicilia dei Monti Iblei. Una villa perduta sotto alte pareti di roccia...

procedi